Dopo le precedenti edizioni a Roma, Milano, Napoli e Trieste, quest’anno la sede del convegno nazionale della Società Italiana di Scienze Sensoriali sarà la Fondazione Edmund Mach, a San Michele all’Adige (TN).

Le scienze sensoriali permettono di collegare la prospettiva sul prodotto e sulle sue caratteristiche sensoriali con il punto di vista dei consumatori, considerando quindi motivazioni, aspettative, preferenze ed emozioni. Durante il convegno ognuno di questi argomenti sarà preso in esame attraverso la lente degli avanzamenti metodologici nelle scienze sensoriali.

Prendendo spunto dal tema chiave di Expo 2015 le sessioni di lavoro approfondiranno le seguenti tematiche:

  • Innovare e valorizzare le produzioni vegetali:
    dalla selezione varietale alla valorizzazione della diversità sensoriale
  • Capire il comportamento dei consumatori:
    Basi e dinamiche del gradimento, attese, emozioni e scelte di consumo
  • Nuove frontiere per lo studio della percezione sensoriale:
    Metodi dinamici, rapidi e neuroscienze
  • Coniugare piacere e benessere:
    aspetti nutrizionali, salutistici ed edonici nella percezione dei prodotti

V Convegno SISS – Fondazione Mach

Scarica la brochure

Luogo dell’evento

Palazzo della Ricerca e della Conoscenza, via Edmund Mach 1, San Michele all'Adige (Trento)

Programma

Il convegno sarà articolato in quattro sessioni principali, ognuna delle quali ospiterà un keynote speaker su invito. Sono inoltre previste tre sessioni poster con brevi presentazioni orali dei lavori selezionati e una sessione dedicata ai vincitori del Premio SISS Giovani Ricercatori.


Mercoledì 26 novembre 2014

12.00-14.00 – Registrazione dei partecipanti & Aperitivo di benvenuto

14.00-14.30 – Saluti & Introduzione

  • Mauro Fezzi, Direttore Generale della Fondazione Edmund Mach
  • Roberto Viola, Dirigente del Centro Ricerca e Innovazione, Fondazione Edmund Mach
  • Sara Ferrari, Assessora all’università e ricerca, politiche giovanili, pari opportunità, cooperazione allo sviluppo della Provincia Autonoma di Trento

14.30-16.15 – Sessione I. Innovare e valorizzare le produzioni vegetali:
dalla selezione varietale alla valorizzazione della diversità sensoriale

Introduce e coordina: Flavia Gasperi, Fondazione Edmund Mach

  • Potenzialità e criticità delle tecniche sensoriali applicate a prodotti di origine vegetale
    Flavia Gasperi, Fondazione Edmund Mach
  • L’importanza dell’analisi sensoriale nell’innovazione varietale del melo
    Invited speaker:
    Walter Guerra, Centro di Sperimentazione Agraria e Forestale di Laimburg
  • L’importanza delle variabili individuali nella percezione e nell’accettabilità dei vegetali da parte dei consumatori
    Caterina Dinnella, GESAAF – Università degli Studi di Firenze
  • Il ruolo dell’analisi sensoriale nella certificazione di prodotto:
    il caso del Melone Mantovano IGP
    Laura Galassi, ERSAF – Regione Lombardia
  • Tipicità e innovazione: aspettative e preferenze del consumatore nei confronti di pistacchi italiani e d’importazione
    Stefano Predieri, IBIMET – CNR, Bologna
  • Un approccio rapido ed innovativo per l’analisi dei composti volatili in oli vergini di oliva: Flash Gas Chromatography Electronic-Nose (Heracles II)
    Sara Barbieri, DISTAL – Alma Mater Studiorum-Università di Bologna

16.15-16.45 – Coffee break

16.45-18.15 – Sessione poster A: Presentazioni flash
Valorizzazione della diversità sensoriale dei prodotti

Coordina: Massimo Barnabà, illycaffè S.p.A.

  • Indice di qualità per la valorizzazione della carne solo di pezzata rossa italiana [P1]
    Monica Borgogno, DISA – Università degli Studi di Udine
  • Coltivazione biologica o integrata: Confronto sensoriale di varietà di mela resistenti alla ticchiolatura [P3]
    Mathilde Charles, Fondazione Edmund Mach
  • Confronto tra panel: validazione di un metodo per il profilo sensoriale delle mele [P4]
    Lidia Lozano, Centro di Sperimentazione Agraria e Forestale Laimburg
  • Valorizzazione di vini autoctoni sardi attraverso la definizione del loro profilo sensoriale [P5]
    Maria Carla Cravero, Centro di Ricerca per l’Enologia (CRA-ENO), Asti
  • Risultati di Ring Test di analisi sensoriale per i panel del formaggio Parmigiano Reggiano [P8]
    Mario Zannoni, Organismo Controllo Qualità Produzioni Regolamentate, Reggio Emilia
  • Valutazione della combinazione birra/formaggio tramite un modello di regressione multipla [P10]
    Stefano Bona, DAFNAE – Università degli Studi di Padova
  • Uso sequenziale della Temporal Dominance of Sensations e del Time Intensity per la descrizione del profilo dinamico dei prodotti  [P11]
    Caterina Dinnella, GESAAF – Università degli Studi di Firenze
  • Il profilo dinamico dei prodotti alimentari – il caso dei dolcificanti [P12]
    Annamaria Recchia, Adacta International S.p.A.
  • Caso studio sul Carassio del Trasimeno: tra lotta ecologica e valorizzazione del territorio[P14]
    Lucia Bailetti, Centro Italiano di Analisi Sensoriale
  • “Wood Comfort”: Analisi del comfort generato dal legno come materiale da costruzione e d’arredo [P15]
    Maria Luisa Demattè, TESAF – Università degli Studi di Padova


Giovedì 27 novembre 2014

9.00-10.45 – Sessione II. Capire il comportamento dei consumatori:
Basi e dinamiche del gradimento, attese, emozioni e scelte di consumo

Introduce e coordina: Monica Laureati, DeFENS – Università degli Studi di Milano

  • How sensory & consumer science strengthen sustainable value creation in processed vegetables industry?
    Invited speaker: David Morizet, Bonduelle, R&D – Sensory & Consumer Science
  • Come studiare il gradimento del consumatore? Metodi tradizionali e innovativi a confronto
    Monica Laureati, DeFENS – Università degli Studi di Milano
  • Determinanti dei cambiamenti del comportamento alimentare nell’anziano: aspetti sensoriali e non…
    Claudia Arganini, Centro di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (CRA-NUT), Roma
  • Emozioni, benessere e piacere nell’esperienza di prodotto. What’s new?
    Sara Spinelli, SemioSensory | Research & Consulting, Prato
  • Studio di associazione su tutto il genoma in popolazioni isolate identifica nuovi geni associati alla preferenza per cibi comuni
    Nicola Pirastu, IRCCS “Burlo Garofolo” & Università degli Studi di Trieste

10.45-11.15 – Coffee break

11.15-12.45 – Sessione Poster B: Presentazioni flash
Studi sui consumatori

Coordina: Gian Paolo Zoboli, Adacta International S.p.A.

  • Sviluppo di un prodotto tradizionale senza glutine [P33]
    Alessandra Del Caro, Università degli Studi di Sassari          
  • Effetto della riduzione del contenuto di sale sulle caratteristiche sensoriali e sulla percezione dei consumatori: Il caso del formaggio Pecorino Romano DOP [P35]
    Riccardo Di Salvo, Agris Sardegna, Olmedo
  • Effetto del contenuto di sale e spezie sulla percezione della sapidità in un piatto mediterraneo [36]
    Chiara Medoro, IBIMET-CNR, Bologna
  • Test di gradimento su salumi preaffettati ottenuti da carne bovina tipo Kobe [P38]
    Anna Garavaldi, CRPALab, Reggio Emilia
  • Caratterizzazione sensoriale ed accettabilità di formaggi freschi arricchiti con fibra ed antiossidanti ottenuti da bucce di uva [P40]
    Maria Piochi, Università degli Studi di Scienze Gastronomiche
  • Sovrappeso e obesità: fenomeni che è possibile indagare con un approccio sensoriale [P41]
    Cristina Proserpio, DeFENS – Università degli Studi di Milano
  • VeggiEAT  [P43]
    Isabella La Viola, GESAAF – Università degli Studi di Firenze         
  • For..mangiamo in un’ora: laboratorio di caseificazione a colori per il Festival della Scienza [P44]
    Federica Tesini, DISTAL – Alma Mater Studiorum-Università di Bologna
  • Ripensare la comunicazione della diversità sensoriale degli oli extra vergini d’oliva toscani: il profilo culinario e emozionale [P45]
    Sara Spinelli, SemioSensory | Research & Consulting, Prato
  • Modellazione delle preferenze dei consumatori con le percezioni sensoriali e olistiche [P51]
    Pasquale Cobino, Eurofins Qualis S.r.l., Torino

12.45-14.15 – Pranzo

14.15-16.00 – Sessione III. Nuove frontiere per lo studio della percezione sensoriale:
Metodi dinamici, rapidi e neuroscienze

Introduce e coordina: Erminio Monteleone, GESAAF – Università degli Studi di Firenze

  • Nuove frontiere per lo studio della percezione sensoriale: Metodi dinamici, rapidi e neuroscienze
    Erminio Monteleone, GESAAF – Università degli Studi di Firenze
  • Questionari Check-all-that-apply (CATA): sviluppi metodologici ed esempi applicativi nell’ambito della sensory & consumer science
    Invited speaker: Davide Giacalone, Department of Food Science-Section for Sensory & Consumer Science – University of Copenhagen
  • I sapori nella mente: dialogo tra organi di senso, mente e cervello
    Invited speaker: Tessa Marzi, NEUROFARBA-Sezione di Psicologia – Università degli Studi di Firenze
  • Un nuovo approccio per migliorare l’interpretabilità dei risultati del metodo Flash Profile
    Rossella Di Monaco, Dipartimento di Agraria – Università degli Studi di Napoli 
  • Caratterizzazione delle preferenze dei consumatori di merendine mediante analisi delle frequenze di dominanza sensoriale
    Bruno Piccoli, Adacta International S.p.A.

16.00-16.30 – Coffee break

16.30-17.30 – Sessione Premio SISS Giovani Ricercatori 2014 & Premio Adacta International in Sensory & Consumer Science
Introduce e coordina: Ella Pagliarini, DeFENS – Università degli Studi di Milano

  • Neofobia alimentare, gradimento e stato nutrizionale nei bambini: esiste una relazione? [PGR.2]
    Valentina Bergamaschi, DeFENS – Università degli Studi di Milano
  • L’accoppiamento di due metodi dinamici per lo studio della percezione del flavour del caffè [PGR.3]
    Mathilde Charles, Fondazione Edmund Mach
  • Effetto della forma del bicchiere su responsi soggettivi e comportamentali in un contesto reale di consumo [PGR.4]
    Danny Cliceri, GESAAF – Università degli Studi di Firenze
  • Uno studio elettroencefalografico della percezione odorosa in soggetti giovani [PGR.5]
    Gianluca Di Flumeri, BrainSigns srl & Università di Roma Sapienza
  • Ruolo di fattori fisiologici e metabolici nel consumo e preferenza per il caffè [PGR.6]
    Camilla Masi, GESAAF – Università degli Studi di Firenze

20.00 – Cerimonia di consegna premi & Cena sociale
Sala delle Marangonerie, Castello del Buonconsiglio, Trento
Alla cerimonia interverrà Sara Ferrari, assessora all’università e ricerca, politiche giovanili, pari opportunità, cooperazione allo sviluppo della Provincia Autonoma di Trento


Venerdì 28 novembre 2014

09.00-10.45 – Sessione IV. Coniugare piacere e benessere:
aspetti nutrizionali, salutistici ed edonici nella percezione dei prodotti

Introduce e coordina: Fiorella Sinesio, Centro di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (CRA-NUT), Roma

  • Valutazione di impatto ed efficacia degli strumenti di politica alimentare
    Invited speaker: Laura Rossi, Centro di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (CRA-NUT), Roma
  • Benessere psico-fisico percepito e componenti affettive nelle scelte alimentari dei consumatori
    Fiorella Sinesio, Centro di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (CRA-NUT), Roma
  • Determinanti percettive e comportamentali del consumo di frutta e verdure nei bambini: strategie per combattere l’obesità
    Valentina Bergamaschi, DeFENS – Università degli Studi di Milano
  • Il consumatore utilizza l’informazione nutrizionale per le sue scelte alimentari?
    Anna Saba, Centro di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (CRA-NUT), Roma
  • La percezione e l’accettabilità degli alimenti funzionali da parte dei consumatori
    Luisa Torri, Università degli Studi di Scienze Gastronomiche

10.45-11.15 – Coffee break

11.15-12.45 – Sessione Poster C: Presentazioni flash
Studi strumentali e sensoriali

Coordina: Tullia Gallina Toschi, DISTAL – Alma Mater Studiorum-Università di Bologna

  • Qualità e tipicità del prosciutto cotto: correlazione tra attributi sensoriali visivi ed acquisizioni con occhio elettronico [P16]
    Sara Barbieri, DISTAL – Alma Mater Studiorum-Università di Bologna          
  • Valutazione delle caratteristiche visive di formaggio Montasio tramite occhio elettronico [P17]
    Eugenio Aprea, Fondazione Edmund Mach
  • Effetto della pastorizzazione sulle proprietà sensoriali e sui composti volatili dell’acqua di cocco (Cocos nucifera L.): trattamento termico vs. Anidride carbonica supercritica [P18]
    Fabiola De Marchi, Fondazione Edmund Mach
  • Il profilo di nuove selezioni di mela studiato attraverso un approccio combinato sensoriale-strumentale [P19]
    Maria Laura Corollaro, Fondazione Edmund Mach
  • Influenza di diverse tipologie di innesto e maturazione nel pomodoro cuore di bue: analisi chimica e sensoriale [P22]
    Elisa Carnevale, DAFNAE – Università degli Studi di Padova
  • Analisi sensoriale per la valorizzazione dello zafferano (Crocus sativus L.) [P26]
    Stefano Predieri, IBIMET-CNR, Bologna
  • Caratteristiche sensoriali ed analitiche del formaggio e scelta dei consumatori: il caso del Pecorino di Osilo [P28]
    Pierpaolo Pirino, IBIMET-CNR, Sassari
  • Madre acida con esopolisaccaridi e qualità sensoriale del pane [P29]
    Silvana Cavella, Università degli Studi di Napoli
  • La “mano del tessuto”: Valutazione tattile e strumentale [P31]
    Edoardo Gatti, IBIMET-CNR, Bologna
  • L’aromatizzazione della birra con differenti luppoli: analisi chimica e sensoriale [PGR.1]
    Giulia Bellaio, DAFNAE – Università degli Studi di Padova

12.45-13.15 – Conclusioni e prospettive: il progetto Italian Taste
Flavia Gasperi e Erminio Monteleone

13.15-14.00 – Aperitivo di chiusura

Tutti i poster

I poster accettati che saranno esposti al V Convegno SISS sono elencati qui di seguito con il rispettivo codice identificativo (P+n), il titolo e il nome dell’autore corrispondente.

Il codice “O” indica che il poster, oltre ad essere esposto in formato cartaceo al Convegno, sarà anche presentato oralmente con una presentazione flash in una sessione dedicata ai poster.
Il codice “S” indica che il poster sarà invece presentato in una delle sessioni principali.

VALORIZZAZIONE DELLA DIVERSITA’ SENSORIALE DEI PRODOTTI

[P1-O] Indice di qualità per la valorizzazione della carne solo di pezzata rossa italiana
Monica Borgogno

[P2] Profilo sensoriale e dinamico della salsiccia lucana
Ada 
Braghieri

[P3-O] Coltivazione biologica o integrata:
Confronto sensoriale di varietà di mela resistenti alla ticchiolatura
Mathilde Charles

[P4-O] Confronto tra panel: validazione di un metodo per il profilo sensoriale delle mele
Lidia 
Lozano

[P5-O] Valorizzazione di vini autoctoni sardi attraverso la definizione del loro profilo sensoriale
Maria Carla Cravero

[P6] Profilo sensoriale del Formaggio Montasio DOP-PDM “solo di pezzata rossa italiana”, fresco e stagionato, ottenuto in diverse condizioni di pascolo e integrazione alimentare
Saida 
Favotto

[P7] Proprietà sensoriali del caciocavallo silano prodotto con differenti colture starter
Fabio Napolitano

[P8-O] Risultati di Ring Test di analisi sensoriale per i panel del formaggio Parmigiano Reggiano
Mario 
Zannoni

[P9] Valutazione di abbinamenti fra marmellate e formaggi
Giovanna Lomolino

[P10-O] Valutazione della combinazione birra/formaggio tramite un modello di regressione multipla
Stefano 
Bona

[P11-O] Uso sequenziale della Temporal Dominance of Sensations e del Time Intensity per la descrizione del profilo dinamico dei prodotti
Caterina Dinnella

[P12-O] Il profilo dinamico dei prodotti alimentari – il caso dei dolcificanti
Annamaria Recchia

[P13] Ultra Flash Profile: Studio delle capacità discriminative e descrittive di due gruppi di assaggiatori
Nicoletta A. Miele

[P14-O] Caso studio sul Carassio del Trasimeno: tra lotta ecologica e valorizzazione del territorio
Lucia 
Bailetti

[P15-O] “Wood Comfort”: Analisi del comfort generato dal legno come materiale da costruzione e d’arredo
Maria Luisa Demattè


VALUTAZIONI SENSORIALI E STRUMENTALI

[P16-O] Qualità e tipicità del prosciutto cotto: correlazione tra attributi sensoriali visivi ed acquisizioni con occhio elettronico
Sara 
Barbieri

[P17-O] Valutazione delle caratteristiche visive di formaggio Montasio tramite occhio elettronico
Eugenio 
Aprea

[P18-O] Effetto della pastorizzazione sulle proprietà sensoriali e sui composti volatili dell’acqua di cocco (Cocos nucifera L.): trattamento termico vs. Anidride carbonica supercritica
Fabiola 
De Marchi

[P19-O] Il profilo di nuove selezioni di mela studiato attraverso un approccio combinato sensoriale-strumentale
Maria Laura Corollaro

[P20] Validazione sensoriale del profilo chimico di vini ottenuti con la nuova tecnica di macerazione post-fermentativa a freddo
Monica 
Picchi

[P21] Valutazione preliminare di bacche di goji: analisi sensoriale e fisico/chimica
Giulia 
Bellaio

[P22-O] Influenza di diverse tipologie di innesto e maturazione nel pomodoro cuore di bue: analisi chimica e sensoriale
Giulia 
Bellaio

[P23] Influenza dei portinnesti sulle caratteristiche chimico-fisiche e sensoriali di pomodori
Agata 
Mazzaglia

[P24] Nuove varietà di albicocche precoci: caratterizzazione sensoriale e chimico-fisica
Agata 
Mazzaglia

[P25] Caratterizzazione sensoriale e chimica di zafferano prodotto in Sicilia
Agata 
Mazzaglia

[P26-O] Analisi sensoriale per la valorizzazione dello zafferano (Crocus sativus L.)
Stefano 
Predieri

[P27] Valutazione fisico-chimica e sensoriale di riso
Laura 
Galassi

[P28-O] Caratteristiche sensoriali ed analitiche del formaggio e scelta dei consumatori: il caso del Pecorino di Osilo
Pierpaolo 
Pirino

[P29-O] Madre acida con esopolisaccaridi e qualità sensoriale del pane
Silvana 
Cavella

[P30] Relazione tra struttura e percezione della dolcezza impartita da due nuove proteine dolci
Nicoletta A. Miele

[P31-O] La “mano del tessuto”: Valutazione tattile e strumentale
Edoardo 
Gatti

[P32] Sviluppo di un’applicazione per l’acquisizione informatizzata dei dati sensoriali
Carlo 
Piga


STUDI SUI CONSUMATORI

[P33-O] Sviluppo di un prodotto tradizionale senza glutine
Alessandra Del Caro

[P34] Differenze sensoriali in un “flat bread” senza glutine con alto valore aggiunto
Costantino Fadda

[P35-O] Effetto della riduzione del contenuto di sale sulle caratteristiche sensoriali e sulla percezione dei consumatori: Il caso del formaggio Pecorino Romano DOP
Riccardo Di Salvo

[P36-O] Effetto del contenuto di sale e spezie sulla percezione della sapidità in un piatto mediterraneo
Chiara 
Medoro

[P37] Shelf-life sensoriale e consumer test su salumi preaffettati preparati con sale di Cervia
Anna 
Garavaldi

[P38-O] Test di gradimento su salumi preaffettati ottenuti da carne bovina tipo Kobe
Anna 
Garavaldi

[P39] Descrittori di freschezza dei prodotti ortofrutticoli: la percezione dei consumatori
Marina 
Peparaio

[P40-O] Caratterizzazione sensoriale ed accettabilità di formaggi freschi arricchiti con fibra ed antiossidanti ottenuti da bucce di uva
Maria 
Piochi

[P41-O] Sovrappeso e obesità: fenomeni che è possibile indagare con un approccio sensoriale
Cristina Proserpio

[P42] Realizzazione di uno snack dolce e salutare destinato al consumo dei bambini
Rossella 
Di Monaco

[P43-O] VeggiEAT
Isabella 
La Viola

[P44-O] For..mangiamo in un’ora: laboratorio di caseificazione a colori per il Festival della Scienza
Federica 
Tesini

[P45-O] Ripensare la comunicazione della diversità sensoriale degli oli extra vergini d’oliva toscani: il profilo culinario e emozionale
Sara 
Spinelli

[P46] Quando il gradimento non basta. le emozioni come chiave per una miglior comprensione della performance di prodotto
Sara 
Spinelli

[P47] Come le proprietà sensoriali e il branding influenzano le emozioni e il gradimento: il caso dei detersivi per capi delicati
Sara 
Spinelli

[P48] Uso integrato di responsi affettivi, motivazionali e comportamentali nell’ottimizzazione di prodotto
Danny 
Cliceri

[P49] Le preferenze sensoriali e le scelte d’acquisto dei consumatori di mozzarella vaccina confezionata
Gian Paolo Zoboli

[P50-O] Modellazione delle preferenze dei consumatori con le percezioni sensoriali e olistiche
Pasquale 
Cobino

[P51] L’impatto dei tratti della personalità sulla percezione del gusto e sulle preferenze alimentari
Nicola 
Pirastu

[P52] Uno studio di associazione su tutto il genoma identifica un nuovo gene responsabile di differenze individuali nella percezione e nella preferenza per il gusto salato
Nicola 
Pirastu

[P53] Studio di associazione su tutto il genoma in 5 popolazioni isolate identifica varianti genetiche associate al liking del vino
Nicola 
Pirastu

[S3.4] Un nuovo approccio per migliorare l’interpretabilità dei risultati del metodo Flash Profile
Rossella Di Monaco

[S3.5] Caratterizzazione delle preferenze dei consumatori di merendine mediante analisi delle frequenze di dominanza sensoriale
Bruno Piccoli


Indicazioni per la preparazione dei poster

La dimensione massima di ciascun poster è di 80×100 cm.

Il poster potrà essere affisso dalle ore 9 alle ore 14 del giorno 26 novembre e resterà affisso per tutta la durata del convegno. Potrà poi essere ritirato dalle ore 13.15 alle ore 14.00 del 28 novembre.

Le sessioni

Le 4 sessioni principali (I-IV) prevedono ciascuna due relazioni introduttive che portano l’attenzione sulle potenzialità e le criticità degli approcci sensoriali in riferimento alla tematica della sessione, a cui faranno seguito 3-5 relazioni più brevi.

Le 3 sessioni poster (A-C) prevedono brevi interventi orali dei lavori presentati anche come poster che sono stati selezionati dal comitato scientifico. Tutti i poster rimarranno comunque esposti nell’atrio durante tutta la durata del convegno e i partecipanti potranno incontrare gli autori durante i coffee break e i pranzi.

La sessione Premio SISS Giovani Ricercatori prevede la presentazione del proprio lavoro da parte dei finalisti per il premio SISS giovani ricercatori e il premio Adacta International in Sensory & Consumer Science. La premiazione dei vincitori è prevista alle ore 20 presso la Sala delle Marangonerie del Castello del Buonconsiglio a Trento dove si svolgerà la cena sociale.


Sessione I

Innovare e valorizzare le produzioni vegetali:
dalla selezione varietale alla valorizzazione della diversità sensoriale

La qualità sensoriale rappresenta anche per le produzioni vegetali un importante punto di riferimento che guida la selezione delle nuove varietà, l’ottimizzazione delle tecniche colturali, l’innovazione dei processi di conservazione e di trasformazione. Le note introduttive e i casi di studio illustreranno potenzialità e criticità delle tecniche sensoriali applicate a prodotti di origine vegetale e indicheranno le vie per un efficacie sinergia fra queste, le caratterizzazioni strumentali e le più innovative ricerche nel campo della scienze cognitive e della nutrizione.

Introduce e coordina:
Flavia Gasperi, Fondazione Edmund Mach

Invited speaker: 
Walter Guerra, Centro di Sperimentazione Agraria e Forestale di Laimburg


Sessione II

Capire il comportamento dei consumatori:
basi e dinamiche del gradimento, attese, emozioni e scelte di consumo 

La sessione è dedicata allo studio del consumatore e agli aspetti connessi alla preferenza e alla scelta alimentare. Saranno commentati in chiave critica i vantaggi e i limiti degli approcci tradizionali e più innovativi per lo studio del gradimento in riferimento al loro impiego con specifici target di consumatori (bambini e anziani). La sessione prevede due interventi principali, uno che riporta l’esperienza accademica e l’altro quella aziendale nel settore della consumer science, seguiti dalla presentazione di casi studio.

Introduce e coordina: 
Monica Laureati, DeFENS – Università degli Studi di Milano

Invited speaker: 
David Morizet, Bonduelle, R&D – Sensory & Consumer Science


Sessione III

Nuove frontiere per lo studio della percezione sensoriale:
Metodi dinamici, rapidi e neuroscienze

La ricerca di base o applicata nel campo delle scienze sensoriali si alimenta continuamente di nuovi metodi per lo studio della descrizione delle proprietà sensoriali dei prodotti e del comportamento dei consumatori. La multidisciplinarietà che caratterizza il campo rende particolarmente veloce il susseguirsi di nuove proposte. La necessità di comprendere a pieno limiti e potenzialità di nuovi metodi è evidente. Questa sessione ha lo scopo di favorire la discussione su due questioni che appaiono di rilievo:

  1. I nuovi metodi di descrizione delle proprietà sensoriali favoriscono la definizione di nuovi approcci per lo studio dell’apprezzamento dei prodotti?
  2. In che misura responsi classicamente raccolti dalle neuroscienze per comprendere la reazione agli stimoli (come il reaction-time) possono essere utilizzati per innovare, ottimizzare o sviluppare prodotti?

Introduce e coordina: 
Erminio Monteleone, GESAAF – Università degli Studi di Firenze

Invited speakers: 
Davide Giacalone, Department of Food Science-Section for Sensory & Consumer Science – University of Copenhagen
Tessa Marzi, NEUROFARBA-Sezione di Psicologia – Università degli Studi di Firenze


Sessione IV

Coniugare piacere e benessere:
Aspetti nutrizionali, salutistici ed edonici nella percezione dei prodotti

La percezione di benessere nel contesto alimentare è un concetto olistico che comprende aspetti cognitivi ed affettivi che possono influenzare le scelte alimentari dei consumatori. Le campagne di informazione nutrizionale rimarcano le relazioni tra composizione nutrizionale degli alimenti e salute ma tengono poco conto della componente emotiva, sociale, affettiva legata al consumo degli alimenti. La sessione focalizza sul rapporto tra alimento e benessere percepito, su come il consumatore utilizza le informazioni nutrizionali in etichetta, e sullo sviluppo di strategie efficienti per migliorare le abitudini alimentari a cominciare dai più giovani.

Introduce e coordina: 
Fiorella Sinesio, Centro di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione, Roma

Invited speaker: 
Laura Rossi, Centro di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione, Roma

Deadlines

Tutte le deadlines del V Convegno SISS a colpo d’occhio:

10 ottobre Termine per l’invio degli abstract dei lavori per la presentazione al V Convegno SISS
24 ottobre Comunicazione dell’accettazione dei lavori per presentazioni poster e brevi presentazioni orali
31 ottobre Termine per l’invio della domanda per la partecipazione al Premio SISS Giovani Ricercatori 2014
7 novembre Termine per la registrazione al Convegno con quota Early Bird
Dopo il 7 novembre è prevista una maggiorazione di euro 100 sulle quote di iscrizione)
19 dicembre
Termine per l’invio contributi in forma estesa per atti

Come iscriversi

Per iscriversi al V Convegno SISS occorre compilare la scheda di iscrizione disponibile online e provvedere al pagamento della quota entro il 7 novembre 2014.

Per le iscrizioni pervenute dopo il 7 novembre 2014 è prevista una maggiorazione di 100 euro.

Quota Soci SISS: 260 euro

Quota Non Soci: 360 euro

Quota Studenti: 180 euro

(Non soggetta a IVA art. 4 DPR 633/72 e successive modifiche)

Nella quota di iscrizione sono inclusi il materiale congressuale, i coffee break e lunch, la cena sociale e gli atti del convegno.

Nella scheda di iscrizione sono indicati i dettagli per il pagamento, da effettuarsi attraverso bonifico bancario intestato all’associazione:

Società Italiana di Scienze Sensoriali
via Donizetti, 6, 50144, Firenze 
C.F. 94097300480

In occasione del convegno sarà rilasciata regolare ricevuta di pagamento.

Per informazioni di carattere amministrativo si invita a contattare la segreteria:
segreteria@scienzesensoriali.it
tel: 340 5462245

Premio SISS Giovani Ricercatori & Premio Adacta International in Sensory & Consumer Science

La Società Italiana di Scienze Sensoriali è lieta di annunciare la terza edizione del Premio SISS Giovani Ricercatori, che quest’anno si arricchisce del Premio Speciale Adacta International in Sensory & Consumer Science in memoria di Annalisa Intermoia, con l’intento di sostenere l’attività scientifica di giovani ricercatori nel campo delle scienze sensoriali (max 28 anni).

Deadline per la sottomissione degli abstract: 10 ottobre 2014

Deadline per la consegna della domanda: 31 ottobre 2014

I supporters dell'evento

Il V Convegno Nazionale SISS è organizzato in collaborazione con la Fondazione Edmund Mach e grazie al supporto di:

     

 

Enti patrocinanti

Hanno concesso il loro patrocinio:

Partner multimediali

I nostri soci sostenitori

La pubblicazione degli atti: invito alla preparazione dei contributi

Tutti i lavori presentati al V Convegno Nazionale della Società Italiana di Scienze Sensoriali saranno pubblicati negli atti del convegno in una pubblicazione editoriale dotata di ISBN.

I lavori dovranno essere tassativamente consegnati entro il 19 dicembre 2014 in formato elettronico a convegno.siss@scienzesensoriali.it e preparati secondo le indicazioni di seguito riportate.

Si raccomanda la massima puntualità e correttezza nella preparazione del testo, in modo da velocizzare le procedure di editing e impaginazione.

Gli atti saranno distribuiti in occasione dell’annuale workshop in programma per la primavera 2015.

1) Il lavoro dovrà essere presentato in formato elettronico in Word o OpenOffice (.doc), con incluse nel testo eventuali figure, tabelle e grafici redatti come indicato al punto 4).
2) Utilizzare il carattere Arial 12, interlinea 1,5.

3) Complessivamente il lavoro non dovrà superare le 9600 battute (spazi esclusi) ed un numero massimo di 4 tra tabelle, figure e grafici.

4) Figure, tabelle e grafici devono essere inserite nel testo, numerate progressivamente e richiamate nel testo (es. Fig. 1., Tab. 1). Tutte le figure e le tabelle devono avere una didascalia che va sempre inserita sotto la figura o la tabella, in carattere Arial 11.

5) Le pagine devono essere progressivamente numerate.

6) Inserire il titolo del lavoro.

7) Segnalare quattro parole chiave.

8) Inserire nome e cognome di tutti gli autori per esteso (senza iniziali) e affiliazione degli autori (es. Università degli Studi di Firenze o Flavour spa) seguiti dalla città nel caso non già inclusa nel nome dell’ente, separati da virgole (con l’ultimo autore preceduto da “e”).
Es.:
Erminio Monteleone*1e Massimo Barnabà2
1 Dipartimento di Gestione dei Sistemi Agrari, Alimentari e Forestali, Sez. Scienze e Tecnologie Alimentari, Università degli Studi di Firenze.
2 illycaffè spa, Trieste.

L’autore corrispondente deve essere indicato da * (inserito prima dell’apice dell’affiliazione) e occorre specificare  in nota a piè di pagina l’indirizzo email.
Es:
* Autore corrispondente: erminio.monteleone@unifi.it.

E’ possibile indicare fino a un massimo di due autori corrispondenti.

9) Il testo dovrà essere suddiviso nei seguenti paragrafi:
Introduzione (breve e che conterrà lo scopo del lavoro); Materiali e Metodi; Risultati e Discussione; Conclusioni; Bibliografia.

10) Il sistema bibliografico è quello Harvardiano:
Il sistema Harvard Style prevede la citazione nel testo di Autore ed anno, separati da una virgola e posti tra parentesi. La bibliografia in calce al testo riporterà l’elenco delle voci bibliografiche ordinate per autore/anno.

Nel testo:
L’autore e la data di pubblicazione sono citati nel corpo del testo. Il nome e la data sono contenuti tra parentesi, salvo i casi in cui il cognome dell’autore è citato nel corso del testo. Ad esempio: The author has discussed the implications of these proposals on the National Health Service in another paper (Loft, 1991). Other writers have commented on related issues, notably Lane (1992, 1994) and Lewis (1995).

Bibliografia:
La citazione per esteso è elencata alla fine dell’articolo in una bibliografia ordinata alfabeticamente. Le indicazioni bibliografiche vanno impostate come segue:

Libro:
Cognome e nome autore (iniziali), Titolo Libro, Casa Editrice, Città, anno di pubblicazione (indicazione dell’eventuale nuova edizione).
Es.: Lawless H.T., Heymann H., Sensory evaluation of food: principles and practices, Chapman & Hall, New York, 1998 (II ed. Springer, New York, 1999).

Capitolo di libro:
Cognome e nome autore (iniziali), “titolo saggio”, in: cognome e nome curatore (a cura di) Titolo libro, Città, numero, mese e anno di pubblicazione, pagine.
Tuorila H., “Sensory perception as a basis of food acceptance and consumption”, in: MacFie H. (a cura di), Consumer-led food product development, Woodehead Pub- lishing, Cambridge (USA), 2007, 34-65.

Articolo in rivista:
Cognome e nome autore (iniziali), “titolo articolo”, in: Titolo rivista, Città, numero, mese e anno di pubblicazione, pagine.
Es.: Spitzer J., Doucet S., Buettner A., “The influence of storage conditions on flavour changes in human milk”, in: Food quality and preference, 21, 8, 2010, pp. 32-45.

Comitato organizzatore

Segreteria SISS:

  • Sara Spinelli

Fondazione Edmund Mach:

  • Flavia Gasperi
  • Eugenio Aprea
  • Emanuela Betta
  • Franco Biasioli
  • Luca Cappellin
  • Cristina Castellani
  • Mathilde Charles
  • Isabella Endrizzi
  • Alessandro Gretter
  • Andrea Romano
  • Jessica Zambanini

Comitato scientifico

  • Erminio Monteleone, Università degli Studi di Firenze
  • Ella Pagliarini, Università degli Studi di Milano
  • Flavia Gasperi, Fondazione Edmund Mach
  • Massimo Barnabà, illycaffè S.p.A.
  • Fiorella Sinesio, Centro di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione, Roma
  • Mario Zannoni, Organismo Controllo Qualità Produzioni Regolamentate
  • Gian Paolo Zoboli, Adacta International S.p.A.
  • Silvia Abba, Adacta International S.p.A.
  • Lucia Bailetti, Centro Italiano di Analisi Sensoriale
  • Monica Laureati, Università degli Studi di Milano
  • Silvana Cavella, Università degli Studi di Napoli Federico II
  • Edi Piasentier, Università degli Studi di Udine